Una misteriosa spada vichinga forgiata con una tecnologia del futuro?

Una spada di Ulfberht in mostra al Germanisches Nationalmuseum di Norimberga, in Germania. (Martin Kraft)

Il metallo della spada vichinga ‘Ulfberht’ è così puro da beffare gli archeologi. Si pensava che la tecnologia per forgiare il metallo in quel modo fosse stata inventata 800 anni dopo, durante la Rivoluzione Industriale.

Sono stati ritrovati circa 170 Ulfberth che risalgono a un periodo compreso tra l’800 e il 1000 d.C. ‘I segreti della spada vichinga’, un documentario del National Geographic trasmesso per la prima volta nel 2012 dalla stazione televisiva NOVA, propone uno sguardo all’enigmatica composizione metallurgica della spada.

Durante il processo di forgia dell’acciaio è necessario raggiungere i 1.648 gradi Celsius per liquefare il metallo e permettere al fabbro di rimuovere le impurità. Poi viene aggiunto il carbonio per rendere più resistente il ferro. Nel Medioevo non si era in grado di portare il ferro a una temperatura così alta e quindi le impurità venivano rimosse con la battitura del ferro, un metodo meno efficace.

Eppure gli Ulfberht sono quasi privi di impurità e possiedono una quantità di carbonio tre volte superiore a quella del metallo del tempo. Sono composti da un metallo chiamato acciaio al crogiolo.

Si pensa che le fornaci inventate durante la Rivoluzione Industriale fossero il primo strumento in grado di riscaldare il metallo a una tale temperatura.

 width=

La differenza in termini di purezza è osservabile dalla consistenza dell’acciaio Ulfberht, quasi privo di impurità. (Screenshot/NOVA/National Geographic).

Richard Furrer, un fabbro moderno del Wisconsin, ha descritto a NOVA le difficoltà di creare una spada di quel tipo. Nel documentario Furrer è presentato come una delle poche persone al mondo in grado di riuscire a riprodurre una Ulfberht.

«La sua realizzazione è il processo più complicato che conosco», dice.

Ha raccontato di come i fabbri di Ulfberht fossero considerati come dotati di poteri magici. Lui dice: «Essere in grado di creare un’arma dalla terra è una cosa davvero potente». Ma si pensa che creare un arma che sia in grado di piegarsi senza rompersi, di rimanere affilata e che sia davvero leggera sia un’abilità soprannaturale.

Furrer trascorre giorni di continuo e accurato lavoro per forgiare una spada simile. Usa una tecnologia medioevale anche se la applica in un modo mai pensato. Il difetto o l’errore più piccolo possono rendere la spada un rottame. Alla fine sembra dichiarare il suo successo con più sollievo che gioia.

È possibile che il materiale e la conoscenza provenissero dal Medio Oriente. La via commerciale del Volga tra gli insediamenti Vichinghi e il Medio Oriente si è sviluppata nello stesso periodo in cui sono apparse le prime Ulfberht e in cui è iniziata la produzione.

Articolo in inglese: Mysterious Viking Sword Made With Technology From the Future?

Vuoi scoprire i misteri dell'Universo?
Segui la nostra pagina Viaggio nei Misteri della Scienza!

Top