Stretching, chiave della giovinezza?

(pixabay)

Indipendentemente dall’età, il numero effettivo di anni è molto meno importante rispetto a quelli che si sentono. Ed è molto importante non sentire la propria età cronologica.

Nel corso dell’invecchiamento, molte persone si concentrano sul mantenere il corpo in forma attraverso esercizi vigorosi come l’allenamento intervallato ad alta intensità, il cardio o l’allenamento con i pesi.
Ma esiste un rischio. Con tutto questo allenamento, che sia in bicicletta, di corsa, a nuoto o in stile Crossfit, i muscoli diventano contratti, stanchi e meno flessibili, semplicemente perché non vengono allungati abbastanza. E la cosa fa sentire più vecchi di dieci anni.

Lo stretching è una degli allenamenti più sottovalutati del fitness. Esiste l’abitudine di fare riscaldamento e defaticamento, ma si trascura il tempo per l’allungamento muscolare. Ma se invece si dedicasse un po’ di tempo ogni giorno, lo stretching aiuterà il corpo a sentirsi più giovane, a mantenere una sana postura, a prevenire la degenerazione delle articolazioni e a migliorare le prestazioni del fitness.
Inoltre, allungare i muscoli e spostare le articolazioni lungo l’intero arco di movimento migliora la circolazione linfatica. A differenza del sistema circolatorio, il flusso della linfa nel corpo dipende dal movimento e dalla gravità. Se ristagna, predispone a certe malattie.

Questo perché la linfa è responsabile della cattura di batteri e cellule indesiderate, nonché delle tossine che verranno rimosse. Inoltre, il completo range di movimento decomprime il fluido sinoviale delle articolazioni e quindi le mantiene in salute, dato che la sinovia in buone condizioni aiuta a prevenire alcune malattie infiammatorie tipiche della vecchiaia, come l’artrite. Quindi, fare stretching è importante.

Tuttavia, è importante sapere che esistono diversi tipi di allungamento e i dibattiti se sia meglio lo stretching statico o dinamico. Per riscaldarsi, secondo alcuni studi, lo stretching statico in cui si tiene la posizione per trenta secondi può in realtà indebolire i muscoli e ostacolare la performance. Per cui, prima dell’allenamento è molto meglio lo stretching dinamico e lo yoga è tecnicamente una forma di stretching dinamico.

Se ci si allunga prima di andare a dormire, è importante eseguire i movimenti che si sentono più utili, accompagnati da una respirazione corretta. La respirazione, indipendentemente dall’allungamento statico o dinamico, aiuta il rilascio di muscoli e sistema nervoso ed è molto importante in una routine di allungamento. Si possono anche provare delle lezioni di yoga (online o dal vivo) oppure iniziare con qualche semplice routine gratuita.

Insomma, la flessibilità donerà più resistenza agli infortuni e maggiore giovinezza. Senza dimenticare il piacere di toccarsi la punta dei piedi ogni volta che si vuole.

 

Articolo pubblicato originariamente su Care2.com.

Articolo in inglese: ‘ Stretching May Be the Undervalued Key to Youth

Traduzione: Massimiliano Russano



Top