Sebastian Kurz, il più giovane politico al mondo

Sebastian Kurz

Sebastian Kurz oltre a essere il più giovane leader del partito conservatore austriaco è anche il più giovane leader politico al mondo. Già come ministro degli Esteri, Kurz era stato il più giovane d’Europa avendo ricoperto l’incarico a soli 27 anni. Soprannominato ‘Wunderwuzzi’ (approssimativamente, ‘il Ragazzo magico’) il 31enne ‘enfant prodige’ è stato designato capo del Partito del Popolo (Ovp) a maggio, e paragonato ad altri giovanissimi uomini politici come il leader francese Emmanuel Macron o il canadese Justin Trudeau, che però ha 15 anni in più.

Secondo i risultati preliminari di domenica scorsa del ministero dell’Interno austriaco, il suo partito è emerso con il 31,4% di voti, seguito dal Partito nazionalista Partito delle Libertà (Fpo) al 27,4 % e dal Partito Social Democratico (Spo) al 26,7%. Secondo l’Economist, come Macron, ha cambiato il nome e il simbolo del suo partito: il nome Ovp è stato sostituito da:  ‘Sebastian Kurz List’, e il colore turchese ha preso il posto del nero nello simbolo del partito.

RILUCIDATURA

Ha fatto del tema dell’immigrazione il suo punto forte, tanto che durante la crisi sull’immigrazione si è espresso contro la decisione stessa del governo di coalizione di aprire i confini dell’Austria, schierandosi invece con la linea che voleva la chiusura delle frontiere, in sintonia con la scelta della Germania della Merkel. Una posizione che ha aumentato enormemente la solidità della la sua reputazione, rendendolo il politico più popolare del Paese. Kurz ha poi dichiarato alla Reuters: «Il risultato delle elezioni rappresenta la vittoria dell’ Unione Europea, è una chiara vittoria per noi e una vittoria delle forze pro-Europea unita».

Tuttavia il giovane leader è stato molto attento a evitare di chiarire quale sarà il suo alleato di coalizione: ha solo detto che chi gli sarà accanto dovrà essere europeista, senza specificare però se questa condizione sia da escludere per il suo partito, che è ancora critico, anche se non discute più della validità dell’appartenenza all’Ue. Il manifesto del partito infatti chiede una Commissione Europea più piccola e un’Unione Europea più snella, più concentrata su «competenze di base» come il commercio interno e la sicurezza dei confini. Ma finora Kurz non ha spiegato quali siano i suoi piani.


Articolo in inglese: Austrian Politician Set to Be World’s Youngest Leader

Traduzione di Fabio Cotroneo

Top