Ryanair cancella altri voli, 400 mila passeggeri coinvolti

(pixabay)

Ryanair ha annunciato la cancellazione di altri 18 mila voli tra novembre e marzo, con 400 mila passeggeri coinvolti. Le rotte interessate saranno 34, un terzo delle quali riguardano l’Italia: saranno cancellate le tratte Venezia-Amburgo, Venezia-Sofia, Pisa-Sofia e Palermo-Bucarest e sette collegamenti con l’aeroporto di Trapani (verso alcune città europee e quattro destinazioni nazionali: Parma, Genova, Roma e Trieste).

Le nuove cancellazioni arrivano dopo che la scorsa settimana la compagnia low-cost aveva già annunciato la cancellazione di circa 50 voli al giorno fino al 31 ottobre, con 315 mila passeggeri coinvolti. Tutti i passeggeri dei voli cancellati sono stati informati con una email, con la quale Ryanair ha offerto il rimborso del biglietto o un volo alternativo. Hanno inoltre ricevuto un voucher di 40 euro da usare tra ottobre 2017 e marzo 2018.

La linea aerea irlandese ha ribadito che la causa principale della cancellazione è stata un problema nella gestione dei turni di ferie dei piloti per il periodo da settembre a dicembre. Attualmente circa 4.200 piloti lavorano per Ryanair e la compagnia ha affermato di aver «assunto 650 piloti che saranno addestrati» entro il maggio 2018. La decisione di cancellare 18mila voli tra novembre a marzo «darà stabilità ai turni delle ferie dei piloti» ha affermato la dirigenza.

L’amministratore delegato della compagnia Michael O’Leary si è scusato per i possibili inconvenienti: «Ci scusiamo sinceramente con quei clienti che sono stati toccati dalle cancellazioni di voli della scorsa settimana o dalle variazioni annunciate oggi», e ha poi aggiunto che «da oggi in poi, non ci saranno soppressioni di altri voli quest’inverno o nell’estate del 2018».

Ryanair ha dichiarato che «pianifica di crescere più lentamente durante il prossimo inverno (del 4% invece che del 9%)» in modo da poter gestire i problemi nella gestione delle ferie del personale. «Una crescita più lenta questo inverno permetterà di avere più aeromobili e più equipaggi a disposizione per gestire l’eccezionale numero di giorni di ferie che ci siamo impegnati a concedere entro il dicembre 2017», ha detto O’Leary.

La compagnia ha affermato anche che le cancellazioni della scorsa settimana costeranno alla compagnia meno di 25 milioni di euro e una cifra simile sarà quella necessaria per coprire i costi dei voucher gratuiti concessi ai passeggeri coinvolti. Allo stesso tempo ha anche annunciato di ritirare la propria offerta dall’acquisto della compagnia aerea italiana Alitalia «per eliminare tutte le distrazioni ai dirigenti».

Articolo in inglese: Ryanair to Cancel More Flights–400,000 Passengers Affected

Traduzione di Veronica Melelli

Top