Possono gli utenti di Facebook creare la più grande opera d'arte al mondo?

06.03.2013
Mihaela Lica Butler
Purtroppo non più di 1397 persone hanno partecipato fino ad ora - Ingvar Bjorn vedrà il suo sogno avverarsi alla fine del viaggio? (Image: Facebook 'Largest Artwork' screenshot))
Purtroppo non più di 1397 persone hanno partecipato fino ad ora - Ingvar Bjorn vedrà il suo sogno avverarsi alla fine del viaggio? (Image: Facebook "Largest Artwork" screenshot))

Dalla Cina agli Stati Uniti, dal Nord ai luoghi più remoti del Sud, dalla Russia all'Argentina, in ogni luogo sulla Terra in cui le persone utilizzano Facebook per comunicare, chiunque, a prescindere dalla religione, colore della pelle e opinioni politiche, può unirsi in un grande sforzo , per creare la più grande opera d'arte al mondo.

Questo è il sogno dell'artista islandese Ingvar Bjorn Thorsteinsson, che mira a frantumare un precedente Guinness World Record, "Il maggior numero di artisti che abbiano mai lavorato su un'unica installazione artistica", istituito nell'aprile 2012, quando 201.948 artisti si sono uniti in un progetto per Face Britain. Ora Ingvar Bjorn sta annunciando a tutti gli utenti di Facebook, in tutto il mondo, di unirsi per creare qualcosa di più grande della vita e fare la storia assieme.

«Credo che l'arte non abbia confini e non faccia distinzioni, quindi possiamo creare questa opera d'arte attraverso i social media, senza preoccuparsi di confini, dispute, differenze politiche o culturali. Invitando le persone di tutto il mondo a contribuire e a lasciare il segno, si può diventare artisti e, si spera, primatisti del mondo», dice Ingvar.

La prima pennellata su tela virtuale è stata fatta da Olafur Ragnar Grimsson, presidente dell'Islanda, il 7 febbraio 2013, seguita dalla First Lady dell'Islanda, Dorrit Moussaieff. Mentre pubblichiamo questo articolo, ci sono solo 1397 presenze sulla pagina Facebook de "La più grande opera d'arte nel mondo" - c'è ancora una lunga strada da percorrere per battere il numero degli artisti che ha stabilito il Guinness World Record del 2012. E il tempo stringe: il progetto artistico on-line termina alle 14:00 del 14 aprile 2013. Sono 66 giorni, un giorno per ogni anno da quando esiste l'Unicef. Indipendentemente dal risultato, quando il progetto di Facebook finirà, l'opera d'arte virtuale, sarà portata alla vita reale, su una vera tela di grandi dimensioni, in verde, giallo, viola, blu, rosso e bianco, da mettere all'asta a sostegno dell'Unicef.

Non ci sono condizioni per partecipare: qualsiasi utente, ovunque, può aderire: ogni utente partecipante ha la propria icona sulla tela virtuale, determinata dal numero di amici dell'utente. L'utente potrà fare anche un tratto di pennello colorato verso l'utente vicino che parteciperà. Ad esempio, se l'utente X è a New York e l'utente Y che ha partecipato prima era a Londra, il tratto del pennello di Y sarà rivolto in direzione di X a New York. Ogni utente e ogni tratto di pennello sono importanti. Non è noto come l'opera d'arte sarà alla fine, ma sarà monumentale.

Questo sforzo umanitario è sponsorizzato dalla compagnia aerea islandese Wow air, il cui fondatore e Ceo Skuli Mogensen si augura che questo contribuirà a far sì che il sogno dell'artista diventi realtà.

«È stato un privilegio assistere alla nascita della più grande opera in tutto il mondo e vedere la passione di Ingvar e come ha trasformato il suo sogno in realtà. Noi di Wow air siamo orgoglioso di far parte di questa grande avventura dell'arte della vita», ha detto.

Facebook è il più grande social network del mondo, ma, all'inizio di marzo, quasi un mese dopo il primo tratto, la più grande opera d'arte nel mondo lotta ancora per ricevere attenzione. Ciò solleva la questione: Ingvar Bjorn vivrà questo sogno il 14 aprile? Io sono entrato a farne parte. E voi?

Segui Epoch Times Italia su Facebook e @EpochTimesIt su Twitter

Articolo in inglese: Can Facebook Users Create The Largest Artwork in the World?
Fonte: Epoch Times