Perché era più facile rimanere magri negli anni 80?

(shutterstock)

Uno studio pubblicato recentemente sulla rivista Obesity Research & Clinical Practice, ha scoperto che è più difficile per gli adulti di oggi mantenere lo stesso peso rispetto a quelli di 20 o 30 anni fa; e non basta neanche mantenere la stessa dieta del passato o l’esercizio fisico.

«I risultati dello studio suggeriscono che, se hai 25 anni, dovresti mangiare persino meno e fare più esercizio fisico rispetto ai più anziani, per evitare di guadagnare peso», ha dichiarato Jennifer Kuk, professore di kinesiologia e scienza della salute alla York University di Toronto. «Tuttavia, questo indica anche che ci possono essere altri fattori specifici che contribuiscono all’obesità, oltre alla semplice dieta e all’esercizio fisico».

Kuk, ha proposto tre diversi fattori che potrebbero rendere più difficile il restare magri per gli adulti di oggi:

In primo luogo, le persone sono esposte a più sostanze chimiche, che potrebbero indurre all’aumento di peso. Pesticidi, ritardanti di fiamma e le sostanze negli imballaggi alimentari, potrebbero star tutti alterando i nostri processi ormonali e modificando il modo in cui i nostri corpi mettono e mantengono il peso.

In secondo luogo, l’uso di farmaci da prescrizione è aumentato drammaticamente a partire dagli anni ’70 e ’80.

Infine, Kuk e gli altri autori dello studio ritengono che il microbioma degli americani potrebbe essere in qualche modo cambiato tra il 1980 e oggi. È ben noto che alcuni tipi di batteri intestinali rendono una persona più incline all’aumento di peso e all’obesità. Gli americani ora mangiano più carne rispetto a pochi decenni fa, e molti prodotti di origine animale sono trattati con ormoni e antibiotici, al fine di promuovere la crescita.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su www.theatlantic.com. Leggi l’articolo completo qui.

Immagine concessa da shutterstock

Articolo in inglese ‘Why It Was Easier to Be Skinny in the 1980s‘ 

Top