La pancetta non è un male (per le donne)

(Jacob Lund/Shutterstock)

Per le donne è giunto il momento di rilassarsi e amare il loro corpo. Al giorno d’oggi, un addome piatto con gli addominali in vista è il massimo per sfoggiare un ottimo bikini, ma in realtà potrebbe non essere la condizione più salutare, dato che un po’ di grasso è naturale.

Nelle donne la percentuale di grasso essenziale si aggira tra il 10 e il 12 per cento e costituisce la quantità minima per rendere possibile la vita e la fertilità. Negli uomini questa quantità è tra il 2 e il 4 per cento – da qui si comprende l’importanza del grasso nelle donne. Difatti, quando la percentuale nelle donne scende sotto il 13 per cento, magari per vedere l’addome definito, possono sorgere seri problemi nell’equilibrio ormonale, dal momento che il grasso sull’addome supporta la produzione di estrogeni. Quando invece il grasso è in eccesso o in difetto, gli estrogeni saranno alti o bassi poiché l’adipe effettivamente conserva e rilascia piccole quantità di estrogeni.

Gli estrogeni sono degli importanti ormoni femminili. Oltre a regolare i cicli mestruali, mantengono equilibrati i livelli di colesterolo, contribuiscono allo sviluppo e al mantenimento del seno, alla regolazione dell’umore, alla salute delle ossa della pelle e molto altro ancora. Per cui, quando i livelli sono fuori norma possono verificarsi conseguenze negative.

In generale, l’eccesso di adipe in una donna può portare a maggiore fragilità ossea, diminuzione della funzione immunitaria e problemi nel sistema riproduttivo. In caso contrario, la scarsa quantità di grasso fa entrare il corpo in modalità di sopravvivenza. Solitamente per una donna gli addominali molto in evidenza possono essere una scelta che costa fatica e salute, tranne nel caso in cui si sia una atleta professionista o una culturista supportata da farmaci illegali (doping).

Piuttosto, è meglio accettare la pancetta, perché significa che si è in buona salute. Naturalmente, questo non significa che d’ora in poi ci si potrà abbuffare poiché l’eccesso di pancia non va bene. Equilibrio e moderazione sono le parole chiave, senza forzare eccessivamente il corpo e farlo diventare quello che non è.

Un’altra cosa: è importante non dare eccessiva importanza ai modelli presenti oggi sui social media o nel mondo del marketing. Dopotutto, una pancia piatta potrebbe non essere la scelta migliore per una donna e sicuramente non risolverà tutti i suoi problemi. Le donne devono imparare ad amare e accettare i corpi che hanno, partendo da proprio dalla pancetta.

 

Articolo pubblicato originariamente su Care2.

Articolo in inglese: ‘For Women, a Little Belly Fat Is a Good Thing

Traduzione: Massimiliano Russano

Top