L’energia del qi esiste fisicamente

(Emmanuel Heredia)

Un’idea onnipresente in tutta la filosofia antica è che il corpo sia dotato di un sistema di canali lungo il quale scorre l’energia. Questa energia influenza la salute e può generare poteri: può essere utilizzata, ad esempio, per sferrare dei colpi nelle arti marziali, specialmente se viene rafforzata attraverso la meditazione o pratiche simili.

In Polinesia si chiamava mana, in Egitto ka, in Giappone ki, nel misticismo ebraico ruach, in India prana, in Cina chi o qi e, più di recente in occidente, slancio vitale o energia sottile.

(Antonika)

Gli scienziati moderni stanno studiando il bioelettromagnetismo per convalidare quest’antica comprensione. Il corpo umano possiede elettricità: ad esempio i nostri sensi usano correnti elettriche per inviare informazioni al cervello e quando una carica elettrica è in movimento, crea un campo magnetico. Quindi il bioelettromagnetismo si riferisce al campo elettromagnetico creato dalle correnti che si muovono attraverso i nostri corpi e forse questo è il qi, come sostengono alcuni scienziati e alcuni praticanti del qi.

«I punti di agopuntura – ha scritto Eric Leskowitz in un articolo pubblicato sulla rivista Subtle Energies & Energy Medicine – possono essere mappati con un semplice galvanometro: i punti della resistenza elettrica abbassata sulla pelle corrispondono ad importanti punti di agopuntura». L’agopuntura funziona in base al principio per il quale il flusso di energia potrebbe essere bloccato lungo un determinato canale, oppure potrebbe esserci troppa energia accumulata. Gli aghi di agopuntura agiscono come conduttori per reindirizzare il qi.

Christopher Dow, praticante del chi e autore del libro The Wellspring: un’inchiesta sulla natura del Chi, ipotizza che il bioelettromagnetismo che circonda i canali nervosi sia il chi. «Il qi non scorre nel nervo – ha dichiarato – invece circonda il flusso elettrico con un campo intangibile che può essere manipolato fino a una certa misura».

Dow ha assorbito molto di quello che la scienza ha da offrire riguardo al flusso di energia elettromagnetica nel corpo, e ha notato alcune somiglianze chiave tra il funzionamento del sistema nervoso e quello che è stato da tempo insegnato sui canali del qi. Ad esempio, un posto importante per il qi nel corpo è il “tantien” o “dantian” nella zona addominale inferiore che corrisponde al plesso enterico, che è un potente centro nervoso nell’intestino.

Un’immagine che illustra lo yin e lo yang, una filosofia antica di energie complementari nel corpo. (Comfreak)

«La scienza e le tradizioni esoteriche sono entrambe alla ricerca della verità […] ci si stanno approcciando in modo diverso – ha riferito Dow – Le tradizioni esoteriche non sono basate sulla casualità». Come la scienza, comprendono tecniche precise che vengono trasmesse da insegnante a studente. «Una delle differenze è che la scienza vuole poter dire “è così” e mostrarlo definitivamente a tutti noi. Mentre le tradizioni esoteriche tendono a essere isolate. Puoi mostrarle a te stesso e puoi aiutare altri a trovarle, ma non puoi pubblicarle su una rivista e farle capire a tutti, perché le tradizioni esoteriche sono qualcosa che viene trovato dentro di sé».

In quanto praticante del qi, ha percepito questa energia fortemente nel suo corpo e quindi sa che esiste, e questo ha motivato Dow a andare a vedere su cosa ne dica la scienza, che non sembra capirci molto: «Potrebbe essere che il corpo umano sia l’unico strumento in grado di misurarlo». Tuttavia, alcuni scienziati ‘di frontiera’ ci hanno provato.

IL CORPO UMANO POSSIEDE UNA FORZA BIOENERGETICA CHE PUO’ SPINGERE IN MOVIMENTO UN PENDOLO

Il biochimico John Norman Hansen dell’Università del Maryland ha scoperto che il corpo umano ha una forza bioenergetica che lo circonda, e che può spingere in movimento un pendolo abbastanza sensibile e chiamato ‘pendolo di torsione’: «Dopo aver condotto esperimenti di controllo per escludere gli effetti delle correnti d’aria e di altri artefatti, si conclude che gli effetti sono esercitati da una specie di campo di forza che viene generato dal soggetto seduto sotto il pendolo» ha spiegato nel suo studio del 2013 intitolato Uso di un bilanciamento del pendolo di torsione per individuare e caratterizzare ciò che può essere un campo di bioenergia umana.

Hansen ha osservato che nulla all’interno della scienza canonica spiega il movimento del pendolo. La comprensione tradizionale del qi è che non solo attraversa canali all’interno del corpo, ma forma anche un campo intorno ad esso.

LE LETTURE DELL’ELETTROCARDIOGRAMMA SULL’ENERGIA DEL CUORE

Un team di ricercatori, tra cui il dottor William Tiller e il dottor Rollin McCraty dell’Università di Stanford, presso l’Istituto HeartMath, hanno riferito che il campo elettromagnetico del cuore può «diventare più coerente quando l’individuo si sposta verso uno stato sinceramente amorevole o affettuoso». Hanno misurato questo campo utilizzando un elettrocardiogramma, un test che controlla l’attività elettrica del cuore
Inoltre questi ricercatori hanno dimostrato che il campo elettromagnetico del cuore di una persona influenza l’energia nel corpo di un’altra persona quando toccano o si trovano in prossimità dell’altro. Ancora una volta questo si allinea con le comprensioni tradizionali del qi, si ritiene infatti che lo stato della mente di qualcuno possa influire sul chi di un altro e che il chi di qualcuno può influenzare gli altri.

IL FENOMENO DELL’ARTO FANTASMA SOLLEVA: ESISTE UN CORPO ENERGETICO IMMATERIALE INDIPENDENTE DAL CORPO FISICO?

È comune che le persone che hanno perso un arto possano ancora sentirlo e persino avvertirne all’interno un dolore intenso. Il dottor Eric Leskowitz, psichiatra consulente al programma di gestione del dolore all’ospedale Spaulding Rehabilitation di Boston ed esperto di energie sottili, teorizza che gli arti fantasma possono essere forme energetiche che rimangonoel suo articolo intitolato “Dolore all’arto fantasma: prospettive di energia sottile”, cita le prove aneddotiche ottenute attraverso la fotografia Kirlian. Questo metodo di fotografia mostra una luce colorata intorno ai suoi soggetti, spesso descritti come “aure”.

Anche se alcuni sono scettici alla spiegazione “aura”, dicendo che questo effetto di luce è dato dal caldo o dall’umidità, Leskowitz sostiene che «almeno un recente studio ben controllato ha dimostrato che le terapie energetiche di non contatto, quando indirizzate ad una foglia isolata, possono magnificare il suo effetto corona. Quindi, anche se la corona è un artefatto [di calore o umidità] anziché un evento energetico sottile, può essere influenzato a distanza: deve essere invocato un processo o un campo non locale per spiegare questo risultato sperimentale». Il dottor Leskowitz ha anche osservato che il fenomeno controverso della ‘foglia fantasma potrebbe avere implicazioni per gli arti fantasma: nelle fotografie Kirlian una foglia strappata sembra avere a volte un modello energetico non influenzato dall’amputazione e appare ancora integra.   

Una foglia fotografata utilizzando la tecnica Kirlian. (Thomas Wedekind)

«Apparentemente – spiega Leskowitz – il reticolato energentico che supporta la punta della foglia esiste ancora anche dopo che la sua controparte fisica è stata rimossa».

John Hubacher della Pantheon Research Inc. ha pubblicato uno studio sul Journal of Alternative and Complementary Medicine nel 2015 che replica il fenomeno della foglia fantasma. «Nell’area della sezione strappata di una foglia – ha scritto – può persistere una struttura fantasma normalmente non rilevata, probabilmente una prova del campo biologico, e da questa struttura invisibile può avvenire il fenomeno dell’effetto corona».   

SCIENZIATI SOSTENGONO CHE IL CORPO ABBIA UN SISTEMA MICROSCOPICO DI CANALI

Negli ultimi anni sono state condotte ulteriori ricerche su un sistema vascolare primario, che è una rete di canali del corpo così microscopici che sono praticamente invisibili. «Anche con il nostro microscopio – ha dichiarato Vitaly Vodyanoy dell’Università di Auburn in un comunicato stampa – non si possono vedere i canali fino a quando non vengono toccati perché sono trasparenti, ma diventano di un colore giallastro quando vengono toccati. La larghezza del nodo è solo di 1 millimetro e la sua struttura fine può essere vista solo utilizzando un microscopio ad alta risoluzione.

Vodyanoy è professore di anatomia e fisiologia presso il College of Veterinary Medicine che ha studiato questa struttura nei ratti. «Ci stiamo spingendo oltre i confini dell’anatomia e della fisiologia accettata o riconosciuta – ha affermato Vodyanoy – Non molte persone stanno lavorando al sistema vascolare primario perché va contro i concetti della scienza attuale.

Un team internazionale di ricercatori, tra cui alcuni alla Seoul National University, ha scritto del sistema vascolare primario: «Alcuni scienziati possono dire che è un’illusione; altri dicono che è un nuovo sistema anatomico, mentre altri ancora sono convinti che questi canali infinitesimali possono agire come i cavi delle fibre ottiche e trasmettere informazioni relative al Dna di continuo in tutto il corpo utilizzando i biofotoni. Analogamente, non possiamo vedere i milioni di transistori su una Cpu, ma fanno parte di un sistema artificiale che usiamo tutti i giorni, e allo stesso modo molti sistemi biologici sono veramente minuscoli. Abbiamo bisogno di microscopi elettronici per visualizzare alcune delle loro strutture; altrimenti non sapremmo che esistono». Questi ricercatori sono alla ricerca della prova che il sistema vascolare primario corrisponde ai meridiani di agopuntura

IL MISTICISMO INCONTRA LA MEDICINA: SEMBRA CHE IL QI ABBIA EFFETTI POSITIVI SULLA SALUTE

Da tempo è considerato che il qi abbia un forte legame con la salute del corpo umano. Secondo una sommario dell’Istituto di Scienze Noetiche gli studi sulla pratica del qi, noto come qigong, hanno riscontrato dei risultati positivi sulla salute in aree come la depressione, la gestione del dolore, l’asma, il cancro e la pressione sanguigna.

Gli studi sulla meditazione, che hanno dimostrato che aumenta il qi, hanno scoperto che i praticanti possono emettere onde gamma e onde infrasoniche al di sopra dei livelli normali. Mentre la scienza continua a studiare l’energia del corpo, il suo flusso e i suoi effetti, può confermare cosa ritenevano vero le antiche società: il corpo ha canali energetici e un campo che influenza la salute di una persona e influenza il mondo che la circonda.

Articolo in inglese: Evidence chi physically exists, isn’t just a spiritual idea

Vuoi scoprire i misteri dell'Universo?
Segui la nostra pagina Viaggio nei Misteri della Scienza!

Top