La semplice logica della fiducia

Cangjie, inviato in Cina dai cieli per creare la scrittura cinese, è raffigurato con quattro occhi. Questo ritratto di Cangjie è un dipinto del diciottesimo secolo tenuto nella Biblioteca Nazionale di Francia (Pubblico dominio)

Nella lingua e nell’autentica cultura cinese, il carattere 信 (xìn) se usato come sostantivo si riferisce a una comunicazione scritta: una lettera, un messaggio o un’informazione. Come verbo, invece, significa ‘avere fiducia, credere, fidarsi’ di una persona, di un’idea o di una cosa.

La parte sinistra del carattere 信 è il radicale 亻, una forma compressa del carattere 人 (rén), uomo, nella parte destra c’è il carattere 言 (yán), che si riferisce alla parola o al linguaggio.

Così, un uomo più una parola rappresenta la fiducia. Questa logica potrebbe forse apparire un po’ ingenua alla gente di oggi, ma in realtà, è ben incarnata nel detto italiano ‘essere un uomo di parola’, dove ‘impegno’ va oltre l’idea dell’accordo in denaro e significa dovere, obbligazione, promessa o contratto.

Quindi un tempo, in italiano come in cinese, le parole di un uomo erano qualcosa su cui si poteva contare; cosa mai potremmo aver fatto per alterare nel tempo questa buona abitudine: questo è davvero qualcosa su cui vale la pena riflettere.

Da solo 言 (yán), che significa linguaggio, è un carattere a sé. Se vi fosse chiesto di disegnare un’immagine che rappresenta il linguaggio, come lo illustrereste? Il disegno di Cangjie negli antichi scritti oracolari ha questa forma:

http://img.theepochtimes.com/n3/eet-content/uploads/2017/05/06/201603071623094.jpg

Quello sulla sinistra è il carattere che indica il ‘linguaggio’ nelle antiche iscrizioni oracolari, mentre quello sulla destra è il carattere moderno.

La parte inferiore di 言 è il carattere 口 (kǒu) che significa bocca; sopra alla bocca c’è una forma che rappresenta un fischietto o un flauto: perciò il linguaggio è un suono che proviene dalla bocca di una persona, un’immagine tanto romantica quanto semplice e logica.

Il carattere 言 è ampiamente usato come radicale in molti altri caratteri cinesi come 誠信 integrità, 許諾 promessa, 誓言 impegno, 辯護 difendere, 謝謝 grazie, 請 per favore, 讀 leggere, 談話 parlare, 討論 discussione, 讚 lodare, 說謊 mentire, 詩詞 poesia. In questo modo, alla prima occhiata, si può riconoscere un carattere che ha a che fare con le parole di una persona.

Nella versione semplificata usata nella Cina continentale, quando è usato come radicale alla sinistra o nel mezzo di un carattere composto, 言 si riduce a 讠, un segno privo di significato.

Articolo in inglese: The Simple Logic of ‘xin’ for Trust

Traduzione di Veronica Melelli

Top