La scienza della possessione spiritica

La scienza moderna si interroga molto sulla conoscenza ottenuta attraverso la memoria collettiva dell’umanità nel corso dei millenni.

«Ogni cultura e ogni credo religioso in tutta la storia dell’umanità, in una forma o in un’altra, ha le sue credenze tradizionali sulla possessione spiritica con i rispettivi rituali per la liberazione o l’esorcismo di un’entità spiritica», ha scritto il dott. Terence Palmer, il primo psicologo nel Regno Unito a ottenere un dottorato in Terapia di liberazione spiritica.

Alcuni psicologi stanno tornando ai metodi sviluppati dai nostri antenati per aiutare i pazienti che manifestano i sintomi della possessione spiritica.

Il dott. William Baldwin (1939-2004) fondò la terapia di liberazione spiritica e usò anche trattamenti di regressione alla vita passata. Baldwin fu cauto nel dire se credesse o no nella reincarnazione, ma disse che il suo trattamento aiutava i pazienti e questo era ciò che contava.

Il dott. Alan Sanderson, praticante della terapia di liberazione spiritica, scrisse in un articolo intitolato Terapia di liberazione spiritica: che cos’è e che cosa può ottenere?: «Voglio insistere sul fatto che il concetto di connessione spiritica e la pratica di liberazione spiritica non sono basate sulla fede, come lo sono le credenze religiose e mistiche. Sono invece basate sull’osservazione di casi clinici e sulla loro risposta alle tecniche terapeutiche. Si tratta di un approccio scientifico, anche se tiene conto dell’esperienza soggettiva e non è confinato nelle teorie scientifiche contemporanee».

Il dott. Palmer, durante l’introduzione di una conferenza intitolata La scienza della possessione spiritica, ha commentato: «La Srt [Terapia di liberazione spiritica] si trova in una posizione scomoda, tra lo scetticismo di una società laica materialista e l’esperienza personale di possessione spiritica: esperienza che è un sintomo di psicosi, di rappresentazione simbolica, di aspettative socio-culturali o un’autentica manifestazione».

La parapsicologia è stata chiamata ‘pseudoscienza’ poiché ha approcci scientifici diversi a fenomeni che non possono essere interamente spiegati dalla scienza tradizionale. Tuttavia, se si osserva il metodo, sembra un ritorno alla saggezza antica che è stata efficace in molti casi.

Ecco una presentazione di alcuni pensatori, inclusi quelli già menzionati, che hanno affrontato scientificamente la possessione spiritica.

FREDERICK W. H. MYERS

Frederick W. H. Myers (1843-1901) nel suo libro intitolato La personalità umana e la sua sopravvivenza dopo la morte corporea, pubblicato postumo nel 1906, ha scritto: «Lo spirito di controllo rivela la sua identità soprattutto riproducendo, attraverso il discorso o la scrittura, fatti che appartengono alla sua memoria e non alla memoria dell’automatista».

Myers ha osservato che il cervello è conosciuto solo in minima parte; gli scienziati non hanno una comprensione solida delle sue funzioni ordinarie, figuriamoci di quelle straordinarie (e questo è vero ancora oggi). Ha teorizzato l’esistenza di una sorta di radiazione o di energia che potrebbe spiegare l’influenza telepatica di una persona su un’altra. Ha cercato di considerare come i centri della memoria potrebbero essere legati ai vuoti di memoria sperimentati dalle persone che si dice siano possedute.

Myers ha mostrato di non avere alcuna formazione nel campo della psicologia e buona parte del suo lavoro è legato a due medium con cui ha lavorato. Era la sua fede in una scienza che tenesse maggiormente conto della coscienza umana che ha continuato a ispirare gli scienziati. Myers ha inoltre osservato che l’origine dell’idea non è importante quanto la sua efficacia o la sua veridicità.

«Invece di chiederci in quale periodo una dottrina abbia avuto origine – con l’implicito presupposto che quanto più è recente, quanto è migliore – possiamo domandarci fino a che punto sia in accordo o in disaccordo con una grande quantità di prove reali e recenti che sono legate, in un modo o nell’altro, con la credenza di un mondo invisibile che è stata sostenuta almeno dagli uomini occidentali».

«Sottoposta a questo test, la teoria della possessione porta a un notevole risultato. Non si può dire che sia incompatibile con alcuni dei nostri fatti provati. Non conosciamo assolutamente nulla che escluda che sia possibile».

«Anzi, più di questo. La teoria della possessione in realtà ci fornisce un potente metodo di coordinamento e spiegazione per molti tipi di fenomeni precedenti, se solo permetteremo di spiegarli in un modo che a prima vista sembra estremo nelle sue assunzioni».

DOTT. TERENCE PALMER

La tesi di dottorato del dott. Palmer riporta in vita il lavoro di Myers. Dice che Myers e altri hanno tentato di portare gli elementi mentali, emozioni e spirituali dell’esperienza umana nelle scienze naturali.

«Permettere la conciliazione di tutta l’esperienza umana all’interno di un contesto scientifico più ampio è una prospettiva spaventosa per diverse ragioni. Ma la paura è la causa di tutte le sofferenze umane e solo quando la scienza medica metterà da parte la paura di essere smentita, potrà curare le malattie in modo efficace, mostrando come bisogna affrontare la paura», ha scritto il dott. Palmer.

In una conferenza registrata sulla sua tesi, ha considerato i modi in cui veniamo a sapere le cose. Alcuni dei modi sono l’apprendimento dagli altri, l’uso della logica e della deduzione e l’esperienza personale. Ha osservato che attraverso questi modi esiste una certa quantità di prove dell’esistenza della possessione spiritica.

Le risorse, ha detto, sono state uno degli ostacoli maggiori al tentativo di condurre in modo più rigorosamente scientifico le ricerche sulla possessione spiritica. Ha detto che ulteriori studi devono essere fatti con l’intervento telepatico a distanza, che dovrebbe evitare qualsiasi effetto placebo o qualsiasi impatto psicologico che il sistema di credenze di un paziente potrebbe avere.

DOTT. ALAN SANDERSON

Il dott. Sanderson ha chiesto in un suo articolo: «Dov’è la ricerca per sostenere queste affermazioni eretiche [sulla possessione spiritica]?»

Ha dato tre ragioni per sostenere una ricerca minima in questo campo. Primo, la liberazione spiritica è uno studio nuovo, che è stato sistematicamente insegnato e praticato per un decennio solamente. Secondo, la diffidenza e molte concezioni sbagliate sono ostacoli ancora presenti. Terzo, i fondi per la ricerca sono difficili da trovare.

Sanderson spera che il campo progredirà e che si troveranno i fondi. Nello stesso tempo, ha detto, «i casi individuali hanno molto da dire». Il dott. Sanderson utilizza il metodo sviluppato da Baldwin per trattare la possessione spiritica. Di seguito è riportato uno schema di lavoro usato dal dott. Baldwin e un esempio di come Sanderson lo ha utilizzato per aiutare una donna che sarebbe stata posseduta dal fantasma di suo padre.

DOTT. WILLIAM BALDWIN

Il dott. Baldwin ha sviluppato un metodo per aiutare le persone a esorcizzare i propri demoni, per così dire. Si pensa che le esperienze traumatiche possano portare la coscienza di una persona a ritirarsi e diano al corpo altre forme di coscienza.

Nella terapia di liberazione spiritica il paziente è ipnotizzato, così è più facile entrare in contatto con altre coscienze nella mente di una persona. Il terapeuta chiede all’entità che possiede il paziente di guardare all’interno. Il dott. Baldwin ha detto che circa la metà dei suoi pazienti ipnotizzati vedeva fili d’argento, come quelli descritti nell’Ecclesiaste della Bibbia che connettono lo spirito umano al corpo, secondo quanto dice l’autore Kerry Pobanz.

Si dice che il terapeuta aiuti gli spiriti a risolvere i loro problemi in modo tale che non abbiano più un impatto negativo sui pazienti e i terapeuti possono anche richiedere l’intervento divino.

IL CASO DI STUDIO DEL DOTT. SANDERSON: UNA DONNA CON PERSONALITÀ MULTIPLE

Pru, 46 anni, aveva problemi psicologici di lungo termine causati dagli abusi sessuali subiti da parte del padre quando era una bambina. In una seduta di ipnosi con il dott. Sanderson, si è identificata come suo padre, Jason. Jason si sarebbe arrabbiato e avrebbe minacciato il dott. Sanderson.

«In trance profonda, Jason ha accettato di guardare dentro di sé, dove ha visto il buio – ha scritto il dott. Sanderson – Ho chiesto l’intervento di un angelo. Con l’utilizzo del protocollo di Baldwin per rapportarsi agli spiriti demoniaci, l’oscurità se ne è andata. Successivamente Jason era suscettibile, ha accettato di andarsene. Altre entità distruttive hanno risposto in modo simile».

A quanto dicono gli esperti di liberazione dello spirito, non tutti gli spiriti che si trovano in una persona sono malevoli.

Pru ha scritto un paragrafo per descrivere la sua esperienza: «L’approccio spiritico mi ha liberata dalla rimanente sofferenza quotidiana più di qualsiasi cosa provata prima. Tuttavia sotto ipnosi mi sono ritrovata a parlare di alcune esperienze che sicuramente non ho avuto e di posti in cui certamente non sono stata. Quindi, questo spirito era una parte della mia personalità, era memoria ancestrale o falsa memoria/immaginazione? Dubito molto dell’ultima possibilità. C’era riluttanza ma nello stesso tempo sollievo, nell’essere chiamato, accettato e contattato. Bisogna provare la liberazione dal buio, nella luce e oltre per crederci. È stato fantastico e mi sono meravigliata alla vista di queste ‘entità’ che sparivano e mi liberavano».

Articolo in inglese: Science of Spirit Possession

Vuoi scoprire i misteri dell'Universo?
Segui la nostra pagina Viaggio nei Misteri della Scienza!

Top