Inquadrature ben studiate rivelano chi in Cina è fuori dai giochi

Il leader cinese Xi Jinping (D) stringe la mano al suo predecessore Hu Jintao durante l’apertura del 19esimo Congresso Nazionale del Pcc a Pechino il 18 ottobre 2017. (Lintao Zhang/Getty Images)

Quello che mostrano i resoconti del più importante evento politico cinese, il 19esimo Congresso Nazionale del Pcc, è lo spettacolo ufficiale: delegati ‘eletti’ (si fa per dire: di fatto sono scelti dai massimi dirigenti del Partito) si riuniscono ogni cinque anni per scegliere i nuovi leader. Questo mentre in realtà la lista è già stata definita da giochi e lotte di potere dietro le quinte. Ma leggendo tra le righe delle riprese Tv si possono cogliere diversi indizi di quello che sta accadendo in realtà in Cina.

Il 18 ottobre, giornata d’apertura del Congresso, l’appena confermato leader Xi Jinping, destinato a conservare la sua attuale posizione per altri cinque anni, ha pronunciato un discorso di fronte a più di duemila delegati. Alle sue spalle sul palco figuravano gli anziani del regime e altri personaggi di spicco del Pcc, a voler evidentemente rappresentare l’unità del Partito dietro l’uomo al potere. Ma, osservando con attenzione le immagini in diretta dell’emittente di regime Cctv, sono chiari i messaggi nascosti che rivelano le guerre intestine del Partito Comunista Cinese.

Quando Xi ha fatto il suo ingresso nella sala, la Grande Sala del Popolo a Pechino, la telecamera era puntata sugli ex leader del Pcc Jiang Zemin e Hu Jintao, che sono entrati dopo di lui, ma il volto di Jiang non è mai pienamente visibile: è sempre coperto dalla figura di Xi, mentre Hu è inquadrato per intero.

L’ex leader Jiang Zemin è oscurato da Xi Jinping, durante la diretta della sessione di apertura del 19esimo Congresso Nazionale del Partito Comunista. (Screenshot via YouTube/Cctv)

È noto che Xi e Jiang sono da anni in guerra per il potere. Xi ha passato gli ultimi cinque anni, da quando è salito al comando, a epurare gli scagnozzi di Jiang, che ancora esercitano qualche influenza nel Partito, e la campagna di Xi contro i funzionari corrotti ha colpito molti personaggi della fazione di Jiang.

Secondo Ji Da, analista degli affari interni cinesi, è risaputo che la televisione portavoce del Pcc invii sottili messaggi attraverso la scelta delle inquadrature. Secondo le convenzioni del Partito, Jiang è stato invitato al congresso in quanto ex leader, ma la televisione di Stato lo tratta con molta freddezza, tagliando diverse volte la sua figura nelle riprese.

All’inizio del discorso di Xi, la telecamera ha sorpreso occasionalmente Jiang, cogliendolo mentre esaminava un taccuino personale – non una copia del rapporto di Xi – usando un’enorme lente. Fuori dalla Cina, alcuni giornalisti hanno notato che Jiang controllava ripetutamente l’ora, mentre non era inquadrato, e mostrava un atteggiamento disinteressato, appisolandosi più di una volta.

Quando Xi è arrivato alla parte del suo intervento dedicata alla lotta alla corruzione, nella quale ha enfatizzato ‘tolleranza zero’ verso i membri del partito coinvolti, la telecamera si è rivolta verso Jiang. In seguito, quando Xi ha iniziato una frase dicendo «ciò che la gente e le masse disapprovano e detestano», la telecamera ha di nuovo mostrato un primo piano dell’ex leader: non c’è dubbio che l’intenzione sottintesa di queste scelte sia stata chiarissima ai telespettatori cinesi.

Quando Xi ha finito la sua relazione, ancora una volta ha ignorato Jiang, rivolgendosi invece a Hu e stringendogli la mano, con le telecamere pronte a soffermarsi sulla scena. Poi Xi si è girato verso il lato dove era seduto Jiang, ma la telecamera ha ripreso soltanto Xi, che allungava il braccio verso la poltrona di Jiang, mentre quest’ultimo è rimasto coperto dalla figura di un cameraman.

L’inquadratura della Cctv mostra Xi che stringe la mano a Jiang, ma quest’ultimo non compare, perché nascosto da un cameraman. (Screenshot via YouTube/CCTV)

Nell’inquadratura successiva si vedono Xi e Hu che discorrono e sorridono, come a dimostrare che sono nella stessa squadra. In pratica, non ci sono immagini che mostrino una qualche interazione tra Xi e Jiang.
Dai messaggi nascosti tra le righe delle riprese dell’ultimo congresso del Pcc, emerge insomma evidente quanto la guerra tra Xi Jinping e Jiang Zemin la guerra sia tutt’altro che finita.

 

Articolo inglese: Camera Angles Show Chinese People Who’s ‘Out’ of the Political Game at China’s National Congress

Traduzione di Veronica Melelli

Top