Il sudore elimina le tossine

Il sudore, secondo un recente studio canadese, aiuta il corpo a rimuovere un gruppo di sostanze chimiche note come eteri difenilici polibromurati (Pbde), miscele prodotte artificialmente per rendere i prodotti industriali meno infiammabili.

Sebbene queste sostanze siano vietate in un certo numero di giurisdizioni, tra cui l’Unione europea, negli Stati Uniti sono attualmente in parte non regolamentati. Le principali modalità di esposizione, secondo questo studio (intitolato Human Excretion of Polybrominated Diphenyl Ether Flame Retardants: Blood, Urine, and Sweat Study), sono l’aria e la polvere presente negli ambienti interni, la dieta soprattutto quando è ricca di carne, il latte materno e l’esposizione del feto.

Il danno avviene secondo tre meccanismi, ossia il malfunzionamento della produzione ormonale come i disturbi alla tiroide, la perdita cellulare tra cui i danni al dna e la neurotossicità associata per esempio alla formazione di placche nel cervello.

Per la ricerca sono stati analizzati nove soggetti maschi e undici femmine, di età media rispettivamente di 44 anni e 45 anni. Ciascun partecipante ha donato volontariamente un campione di sangue da 200 millilitri, uno di urina del primo mattino e un campione di sudore di cento millilitri. Gli autori hanno esaminato l’eliminazione di cinque sostanze affini al Pbde nel sangue, nell’urina e nel sudore.

«Nei campioni di urina, non sono state rilevate le sostanze affini al Pbde; i risultati si sono concentrati su sangue e sudore. L’80 per cento dei partecipanti è risultato positivo in uno o più liquidi corporei […] La sudorazione indotta ha facilitato l’escrezione dei cinque congeneri, con una quantità differente in base alle sostanze».

Incredibilmente, i campioni di urina erano risultati puliti. Questo indica che il sangue e il sudore sono biomarcatori molto più accurati per l’esposizione ai difenilici polibromurati. «Considerando la relativa assenza di studi sull’eliminazione o la disintossicazione clinica di Pbde nell’uomo, nonché il consenso scientifico sull’impatto negativo dei Pbde sulla salute, questo studio fornisce importanti prove basilari che suggeriscono come sessioni regolari di sudorazione indotta possono facilitare l’eliminazione terapeutica dei difenilici polibromurati».

La ricerca aggiunge ulteriore sostegno al valore indispensabile della sudorazione nella vita moderna. Considerati gli impegni di vita e la scomodità del sudare copiosamente dopo uno sforzo intenso, si potrebbe scegliere una sauna o una coperta a raggi infrarossi. Inoltre, esistono erbe diaforetiche che inducono il sudore, come lo zenzero che da solo non provoca la sudorazione ma funziona meravigliosamente in associazione all’esercizio fisico.

Articolo in inglese: ‘Confirmed: Sweating Removes Chemicals From The Body

Traduzione di Massimiliano Russano

 



Top