I nodi muscolari secondo la medicina tradizionale cinese

Sulla parte superiore della schiena, tra il collo e la spalla, spesso vi sono nodi muscolari a forma di palla, che provocano dolore o persino emicrania quando vengono schiacciati. Questi cosiddetti ‘trigger point’, si formano poiché le fibre muscolari che compongono i muscoli scorrono frequentemente lungo direzioni diverse.

Durante un movimento ripetuto nel tempo il muscolo subisce microlesioni e può perdere acqua ed elasticità. In questo modo le fibre aderiscono tra loro dando origine ai trigger point, nodi muscolari duri, grumosi e irregolari. La maggior parte delle persone ha i trigger point; alcuni non sono fastidiosi altri possono dare origine a dolore, tessuto cicatriziale, perdita di elasticità e funzionalità.

La medicina cinese considera questi punti come un ristagno o un blocco, il che significa che il muscolo, le sostanze nutritive e il sangue non si muovono a dovere. Ne esistono diverse ‘personalità’ secondo la medicina tradizionale cinese: dolorosi al tatto, altri che provocano sollievo se schiacciati, alcuni rispondono meglio se trattati con il calore, altri con il ghiaccio.

Uno dei migliori strumenti per affrontarli è l’agopuntura. Una tecnica particolarmente efficace consiste nel torcere delicatamente un ago inserito nel nodo, per agire sulle fibre muscolari sottostanti. Questo trattamento può ridurre notevolmente il dolore nel giro di qualche seduta.

Un’altra tecnica si chiama gua sha e consiste nel raschiare la pelle nella zona sopra il nodo. Questa operazione provoca una leggera abrasione simile a un livido, che aiuta ad ammorbidire il nodo e a stimolare la circolazione. Un altro ancora è il tui na, una forma di massaggio orientale che, attraverso la manipolazione di alcuni agopunti, permette di spostare le fibre e migliorare la circolazione.
Sono poi sempre utili i massaggi, che aiutano a migliorare la circolazione e a liberare le aderenze. Oppure la terapia fisica con l’ausilio di un fisioterapista, o allungare da soli la zona in modo delicato (se si è molto rigidi conviene riscaldare il muscolo per almeno cinque minuti).

Per concludere, per prevenire l’insorgenza dei nodi muscolari, è importante rimanere idratati, fare delle pause alla scrivania o al computer, svolgere regolarmente attività fisica e mantenere una buona postura.

 

Articolo in inglese: ‘Treating Muscle Knots With Chinese Medicine

Traduzione di Massimiliano Russano

Top