Esiste un vasto oceano al centro della Terra?

Un vasto oceano dentro la Terra?(Cameron Spencer/Getty Images)

Le teorie scientifiche vengono ripetute e riassunte così spesso che è facile dimenticare che siano solo ‘teorie’ e non fatti. Quando si pensa al ‘centro della Terra’, probabilmente compare alla mente il diagramma classico del proprio manuale di scienze della scuola superiore, che mostra una sezione trasversale degli strati della Terra come quelli di una cipolla: la crosta, il mantello superiore, il mantello inferiore, il nucleo esterno e il nucleo interno.

 

(ThingLink)

Molte persone ritengono che questo sia un fatto, semplice e chiaro. Ma l’umanità è arrivata solo a circa 12 km sotto la superficie della Terra e ce ne sono ancora 6436 fino al nucleo. Quindi 6424 km sono stati riempiti solo dalle teorie.

Naturalmente le teorie hanno delle basi ragionevoli: si basano sui fenomeni geologici osservati. Tuttavia, una scoperta fatta nel 2014 potrebbe mostrare come il nostro pianeta sia molto diverso da quello che si pensa generalmente: il professor Graham Pearson dell’Università di Alberta, infatti, ha guidato un team internazionale di scienziati nell’analizzare un diamante a buon mercato che ha fornito informazioni inestimabili. Il suo team ha pagato 20 dollari per un diamante trovato da alcuni minatori artigianali nella zona Juina di Mata Grosso, in Brasile, nel 2008. All’interno del diamante hanno accidentalmente trovato un minerale chiamato ringwoodite, mentre ne cercavano un’altro.

La ringwoodite era stata scoperta precedentemente nei meteoriti, ma questa è stata la prima volta che veniva trovato sulla Terra. Il minerale è significativo perché all’interno vi è dell’acqua e si forma circa dai 402 km ai 563 km sotto la superficie del pianeta, la cosiddetta ‘zona di transizione’ tra il mantello superiore e quello inferiore. Questo suggerisce che ci sia un oceano all’interno della Terra. E quell’oceano «potrebbe avere – ha dichiarato Pearson in un comunicato stampa all’Università di Alberta – tanta acqua quanto quella di tutti gli oceani del mondo messi insieme».

Graham Pearson holds the rough diamond containing the first terrestrial sample of ringwoodite ever found. (Richard Siemens/University of Alberta)

Graham Pearson regge il diamante grezzo contenente il primo campione di ringwoodite terrestre mai trovato. (Richard Siemens/Università di Alberta)

The $20 diamond that yielded the ringwoodite sample. (Courtesy of the University of Alberta)

Il diamante da 20 dollari che ha fruttato il campione di ringwoodite (Gentile concessione dell’Università di Alberta)

Se il diamante dovesse essere rappresentativo delle profondità della Terra in cui si forma, dovrebbe esistere un vasto oceano. Non è ancora certo, ma la scoperta del ringwoodite è un passo importante per confermare che l’acqua costituisca una parte importante dell’interno della Terra.

Questo vasto oceano potrebbe influenzare notevolmente la tettonica delle placche, la formazione dei vulcani e il modo in cui la roccia passa sotto la crosta: in pratica, tutta la geologia. Le ricerche di Pearson sono state pubblicate sulla rivista Nature a marzo del 2014.

La scoperta ricorda il classico romanzo di fantascienza Viaggio al centro della terra scritto da Jules Verne nel diciannovesimo secolo, in cui un coraggioso scienziato scopre un passaggio al centro della Terra e nelle sue profondità trova un oceano, una terra e delle forme di vita intelligenti.

La teoria della Terra cava ha ottenuto una certa popolarità nel diciannovesimo secolo e alcune persone ancora oggi credono possa essere vera, anche se è denigrata dai più. Mentre si esplorano i misteri dello spazio, il mondo rimane per molto versi ancora un mistero.

 

Articolo in inglese: A Vast Ocean Inside the Earth: The Deep Unknown

Traduzione di Francesca Testa

Vuoi scoprire i misteri dell'Universo?
Segui la nostra pagina Viaggio nei Misteri della Scienza!

Top