Donna suda sangue, perplessi i medici

(Wikimedia commons)

Una giovane donna di Firenze è stata ricoverata dopo che ha iniziato a ‘trasudare sangue’ dal viso e dai palmi delle mani: una patologia rarissima chiamata ematoidrosi che lascia perplessi medici.

Secondo quanto ha riportato la Canadian Medical Association Journal (Cmaj) il 23 ottobre, la paziente, anonima, presentava quei strani sintomi senza evidenziare alcuna traccia di abrasione o di lesione. «Non c’era stato nulla che potesse aver scatenato il sanguinamento, che si sarebbe potuto verificare sia mentre dormiva sia mentre svolgeva attività fisica. Ha affermato che sanguinava più abbondantemente mentre subiva uno stress emozionale. Episodi che – secondo il rapporto – duravano da uno a cinque minuti».

A causa di questo problema, la donna è stata ‘isolata socialmente’, raccontano i ricercatori, aggiungendo che, per le conseguenze, soffriva anche di «disturbo depressivo maggiore» e di attacchi di panico.

[questa donna trasuda sangue e i medici non sanno spiegare il motivo, ndr] (twitter.com)

Il dottor Jacalyn Duffin, medico storico ed ematologo alla Queen’s University di Kingston, nell’Ontario, commentando il rapporto su LiveScience, dice di aver constatato che la condizione di ‘sudorazione ematica’ è documentata da secoli.

«Attendibili, anche se scarse, le constatazioni di trasudazione sanguigna persistono» nella letteratura medica, scrive nel suo commento. «Questa raccolta di constatazioni ben documentate – dice Duffin a LiveScience – richiedono rispetto e accettazione».

Anche se si pensa che la donna probabilmente stia soffrendo di iperidrosi-ematica, nessuno sa da cosa sia causata.

[Scienziati italiani riportano di donna che trasuda sangue, ndr] (twitter.com)

«Nella letteratura, non c’è una spiegazione unica sull’origine del sanguinamento nell’iperidrosi-ematica. – sostiene la Cmaj – Nonostante la comparsa con la sudorazione del fluido, l’ipotesi che il sangue passi attraverso le ghiandole sudoripare, indotto da anormali contrazioni e espansioni dei vasi sanguigni perighiandolari, non sono state ancora comprovate.

«Ci sono stati casi documentati di sanguinamento avvenuti attraverso aree prive di ghiandole sudoripare», aggiunge, «o attraverso i follicoli».

«È stata anche presupposta la presenza di difetti al derma collegati a spazi cutanei colmi di sangue che essudava attraverso aperture follicolari o direttamente sulla superficie cutanea».

A maggio, un altro, caso simile è stato riportato in Tailandia: Phakamad Sangchai, della città di Nongkghai, ha iniziato a sanguinare dal suo naso, occhi, e dalla pelle ogni volta che soffriva di un mal di testa. «Non voglio diventare famosa, ma voglio proprio che qualcuno mi aiuti con questa misteriosa malattia – dichiara Phakamed via e-mail – Mi sta letteralmente rovinando la vita e sono tanto preoccupata che possa peggiorare».

 

Articolo in inglese: Researchers Say Italian Woman ‘Sweats’ Blood

Traduzione di Massimo Marcon

Top