Consumare meno latticini riduce il rischio di cancro

(shutterstock)

Uno studio dell’Università di Lund, condotto su migliaia di persone intolleranti al lattosio, ha scoperto che una dieta povera di prodotti lattiero-caseari riduce il rischio di cancro al seno e alle ovaie: «Abbiamo scoperto che le persone con intolleranza al lattosio, che normalmente consumano poco latte e altri prodotti derivati, hanno un minor rischio di ammalarsi di cancro», ha riferito Jianguang Ji, professore presso l’Università di Lund, in uno studio pubblicato dalla stessa università.

Gli scienziati però ancora non sono in grado di affermare che il latte di per sé aumenti il rischio di cancro. Hanno selezionato un gran numero di persone intolleranti al lattosio suddividendole in due gruppi: uno che consumava pochi o nessun latticino, e un altro che li consumava regolarmente.

È interessante notare che il rischio di cancro non si riduceva in modo equivalente nei familiari delle persone esaminate, ma dipendeva dalla loro dieta. Quindi si è scartato il fattore genetico.

Il professore riferisce che anche gli studi precedenti sugli immigrati hanno permesso di scartare il fattore genetico per concentrarsi sulle cause ambientali, ovvero lo stile di vita e l’alimentazione.

Il team di Jianguang Ji ha studiato 22.788 persone intolleranti al lattosio in Svezia, indipendentemente da razza e nazionalità, e ha individuato lo stesso modello che indica il latte e i suoi derivati come fattori di rischio per il cancro ovarico e al seno.

Anche se l’Università menziona studi precedenti che collegano i prodotti lattiero-caseari al cancro, il professore ha ribadito che «dobbiamo prendere questi risultati con cautela, perché non sono sufficienti per concludere che esista un rapporto causa-effetto».

«Sono necessari ulteriori studi per identificare i fattori che spiegano i risultati di questo primo studio», conclude Jianguang Ji.

*Immagine da Shutterstock

Top