Cinque consigli per massimizzare i benefici del tè

Diversi fattori possono contribuire al sapore del tè, tra cui il tempo di infusione e la temperatura dell’acqua. (Benjamin Chasteen/Epoch Times)

Il Tè, la seconda bevanda più consumata al mondo dopo l’acqua, ha una storia antica quanto la cultura cinese. Nel corso dei secoli ha provocato controversie su più continenti; si pensava fosse il segreto della longevità, è stata una fonte di ispirazione per la poesia e la narrazione e per pochi la preparazione del tè è stata ed è un’arte che si padroneggia solo dopo molti anni.

Se siete dei novizi nel bere il tè, un intenditore o qualcuno che vorrebbe saperne di più, qui di seguito ci sono cinque suggerimenti per ottenere il massimo da questo meraviglioso tesoro.

1. TÈ SFUSO VS IN BUSTINE

Sono spesso sorpreso dal numero di persone che dichiarano il loro disprezzo per il tè, in particolare il tè verde, perché è «troppo amaro». In risposta chiedo che tipo di tè verde bevono, a cui la gente risponde: «Non so, era solo del tè verde in una bustina di tè».

La differenza di qualità tra tè sfuso e tè in bustine equivale alla differenza tra hot dog e filetto.

Bere il tè dalle bustine di tè placa la sete, ma è inferiore in gusto e qualità. (Naturalmente vi è del tè in foglia venduto in bustine di tè di qualità elevata, ma per la maggior parte si tratta di un’eccezione).

Allora perché c’è una differenza così grande? Quando i coltivatori vendono i loro tè, di solito vendono prima la più alta qualità del prodotto. Le foglie di tè che sono integre, non hanno quasi nessun stelo mescolato insieme, ma sono piene di germogli bianchie sono quindi vendute a prezzi più cari. Più germogli vedete nelle foglie secche meglio è, poiché danno al tè maggiori benefici per la salute e aggiungono dolcezza.

Dopo che viene venduto il tè di alta qualità, l’agricoltore vende il tè di media qualità che ha foglie spezzate, steli mescolati e non molti germogli. Per ultimo vi sono tutti gli avanzi nel fondo del cestello del tè, che vengono puliti e venduti a buon mercato per essere trasformati in bustine di tè.

2. METTERE IN INFUSIONE LE FOGLIE DI TÈ

Come si fa a mettere in infusione il tè per ottenere i massimi benefici? Ci sono cinque tipi principali di tè che provengono tutti dalla stessa pianta, Camellia Sinensis. Sono il tè bianco, verde, oolong, nero e púer.

Solitamente a me piace usare un po’ più di tè e lasciarlo in infusione per meno tempo. In questo modo si ottiene un sapore pieno con maggiori benefici per la salute e si possono utilizzare le stesse foglie per una seconda o addirittura terza volta. Una buona quantità è circa un cucchiaio per trenta centilitri d’acqua. Con la maggior parte dei tè Oolong basta solo un cucchiaino, dal momento che è più pesante.

Il tempo di infusione e la temperatura dell’acqua può variare a seconda del tipo di tè e della quantità che se ne usa. Se non vi dispiace il tè dal gusto amaro e voleteaumentare i benefici per la salute, è sufficiente lasciarlo in infusione più a lungo di quello che è elencato di seguito.

Tuttavia, se avete intenzione di utilizzarlo più di una volta, allora otterrete gli stessi benefici come se l’aveste lasciato in infusione più a lungo per una sola volta.

Bianco: 75-80 gradi per due minuti e mezzo o tre minuti
Verde: 80-85 gradi per due e mezzo o tre minuti
Tè verdi giapponesi: 65-75 gradi per due minuti
Oolong: 90-95 gradi per circa tre minuti
Tè nero: 96-99 gradi per circa un minuto e mezzo (a me piace il tè nero leggero in modo che il sapore sia dolce; se lo preferite più forte lasciatelo più a lungo)
Púer: 99 gradi per due minuti e mezzo

Se utilizzate le quantità e i tempi di infusione di cui sopra, sarete in grado di utilizzare le stesse foglie almeno 2-3 volte. Per il tè Oolong, migliore è la qualità più volte potrete utilizzarlo. Tipicamente l’Oolong ha il sapore migliore e ha più benefici dopo la seconda infusione perché le foglie cominceranno a dispiegarsi pienamente dopo la prima infusione.

3. QUALITÀ E ACQUISTI

Sento spesso le persone chiedono perché le foglie del tè verde Longjing siano vendute da sette euro fino a oltre 35 euro per 50 grammi.

Il buon tè è simile al vino: una bottiglia di Cabernet Sauvignon può costare sette euro, ma può anche essere venduta per centinaia di euro a seconda dell’annata.

Come il vino, il tè può essere raccolto e lavorato in molti modi e proviene da diverse aziende agricole del tè. Non c’è bisogno di spendere centinaia di euro sul tè per ottenere i benefici che può offrire, ma più si spende e migliore è la qualità, il gusto e la freschezza.

Come l’uva da vino, l’altitudine e il clima possono influenzare il sapore del tè. La pianta della Camellia Sinensis viene solitamente coltivata in altitudini più elevate e per i tè più pregiati; al momento della raccolta, il coltivatore valuterà la quantità di rugiada e nebbia, il Sole o le nuvole e anche la velocità del vento, poiché questi fattori influenzano il gusto finale del tè. Ad influenzare il sapore del tè si aggiunge anche l’ora del giorno in cui viene raccolto.

Il tè prodotto a mano nelle piccole aziende è sempre più costoso rispetto agli altri perché di solito cresce a quote più elevate ed è più difficile da raccogliere, ma è sempre di qualità superiore. Il tè prodotto in grandi quantità dalle grandi aziende commerciali o di proprietà del Governo utilizzando macchine, è il più economico e di qualità più bassa poiché cresce a quote inferiori ed è più facile da raccogliere.

Allora dove si possono acquistare i migliori tè? In genere i negozi di alimentari più tradizionali hanno i tè commerciali, ma i negozi di tè specifici o i negozi di alimentari biologici in cui spesso hanno dipendenti informati sul tè potrebbero essere alcuni dei posti migliori per l’acquisto.

4. BENEFICI DI OGNI TIPO DI TÈ

Ogni tipo di tè ha diversi benefici per il corpo, perciò quando si scelgono le foglie si dovrebbe prendere in considerazione la funzione, così come il sapore.

Bianco
Il tè bianco è il meno elaborato e a più alto contenuto di antiossidanti. È conosciuto per le sue proprietà di prevenzione del cancro. Contribuisce inoltre a raffreddare il corpo.

Verde
Il tè verde aiuta anch’esso a raffreddare il corpo ed è un disintossicante naturale. Ha l’amminoacido teanina che è noto per aiutare la concentrazione e migliorare la memoria.

Oolong
L’Oolong aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, aiuta nella perdita di peso e migliora la digestione.

Nero
Il tè nero aiuta a riscaldare il corpo, aiuta la digestione e ha alcuni antiossidanti ma in quantità inferiore rispetto al tè bianco a causa di una maggiore elaborazione.

Púer
Il Púer aiuta ad abbassare il colesterolo e, se bevuto dopo un pasto, aiuta a digerire i cibi grassi nel vostro corpo.

5. LE STAGIONI

La maggior parte delle persone non sanno che tradizionalmente in Cina, diversi tipi di tè venivano bevuti a seconda della stagione. Qui troverete quando ottenere i massimi benefici dal tè per ogni stagione dell’anno.

Primavera: La stagione migliore per tutti i nuovi tè freschi che sono stati appena raccolti in questo periodo.

Estate: Stagione adatta al bianco e al verde, in quanto vi aiuterà a raffreddare il corpo e aiutare a mantenere l’equilibrio del qi nel corpo durante la stagione calda.

Autunno: Tè Oolong e nero. Dato che la temperatura si raffredda, questi tè vi aiuteranno a scaldare il corpo. Tè nero con un po’ di astragalo sarà di aiuto nel calmare i polmoni durante la stagione fredda.

Inverno: Il tè nero va bene per riscaldare il corpo in inverno. L’aggiunta di un pezzo di scorza di cannella e qualche bacca di goji sarà di aiuto nella circolazione del sangue e del qi. L’aggiunta di un po’ di zucchero in cristalli aiuta a lenire la gola e protegge contro la tosse.

Benjamin Chasteen è un esperto di tè qualificato a cui piace fare lezioni sul tè in varie occasioni

Segui la nostra pagina Facebook e il nostro account Twitter.

Articolo in inglese: 5 Tips for Maximizing Health Benefits of Tea
Top