Cassazione: Travaglio non diffamò Berlusconi. No al risarcimento (+video)

Marco Travaglio in una foto di repertorio. Travaglio ha vinto la causa intentatagli da Silvio Berlusconi per diffamazione. (Valerio Pennicino/Getty Images)

Respinto dalla Cassazione il ricorso per risarcimento danni da diffamazioni chiesto da Silvio Berlusconi contro Marco Travaglio. La richiesta ammontava a 10 milioni di euro.

Le presunte diffamazioni sarebbero avvenute il 14 marzo 2001 su Rai2 mentre Daniele Luttazzi a Satyricon intervistava Travaglio sul suo libro, L’odore dei soldi, che tratta della storia dell’ex premier e delle inchieste che lo hanno coinvolto. Secondo la Cassazione si è trattato di critica politica e satira legittime.

La Suprema Corte ha confermato il verdetto emesso dalla Corte di Appello di Roma il 18 ottobre 2006.

Il ricorso era rivolto anche contro la Rai, Carlo Freccero, Ballandi entertainment e Luttazzi. Quest’ultimo fu cacciato dalla televisione pubblica insieme a Michele Santoro e Enzo Biagi dopo il cosiddetto editto bulgaro di Berlusconi.

Berlusconi deve adesso 10 mila e 200 euro alla Rai per le spese legali.

Top