Avanzati calcoli astronomici su tavolette babilonesi di 2.300 anni fa

L’antica tavoletta cuneiforme che ha aiutato Mathieu Ossendrijver a decifrare i calcoli degli astronomi babilonesi per individuare il movimento di Giove. (Mathieu Ossendrijver). Un’immagine del pianeta Giove (flflflflfl/Pixabay)

Alcune tavolette cuneiformi, databili tra il 350 e il 50 a.C., riportano sofisticati calcoli astronomici per determinare la posizione di Giove.

Mathieu Ossendrijver, professore della Humboldt University in Germania, nella prefazione del suo studio pubblicato su Science il 29 gennaio, ha dichiarato: «L’idea di calcolare il movimento di un corpo nello spazio come l’area di una figura geometrica viene fatta tradizionalmente risalire al quattordicesimo secolo».

I babilonesi, dunque, già adoperavano tecniche di calcolo che si credeva fossero state inventate circa 1400 anni dopo. L’articolo di Science afferma: «Questa clamorosa scoperta cambia le nostre congetture sugli astronomi babilonesi e sul modo in cui abbiano influenzato la scienza occidentale».

Ossendrijver trae le sue conclusioni dall’analisi di circa 450 tavolette cuneiformi che documentano l’astronomia matematica babilonese. La scoperta di questi sistemi, noti come procedure trapezoidali, ha lasciato gli esperti senza parole.

Articolo in inglese: Advanced Science Found on 2,300-Year-Old Babylonian Tablets

Traduzione di Lorena Badile

Vuoi scoprire i misteri dell'Universo?
Segui la nostra pagina Viaggio nei Misteri della Scienza!

Top