Aggredito giornalista Rai a Ostia

DIDASCALIA: Un giornalista Rai aggredito a Ostia mentre intervistava un uomo la cui famiglia si dice abbia legami con la mafia, il 9 novembre 2017. (Screenshot via Rai TV)

Giovedì scorso la polizia ha arrestato un uomo per aver aggredito un giornalista Rai durante una intervista. Il reporter di Nemo Daniele Piervincenzi stava facendo delle domande a Roberto Spada quando quest’ultimo ha sferrato una violenta testata contro il volto del giornalista, rompendogli il naso. Spada ha poi afferrato un bastone e lo ha usato per colpire il giornalista e il cameraman che lo accompagnava.

L’aggressore è stato arrestato e accusato di lesioni e violenza privata aggravate dal metodo mafioso e dai futili motivi. L’aggressione ha avuto luogo a Ostia davanti alla palestra gestita dalla famiglia Spada e dove il giorno dopo si è radunato un gruppo di giornalisti in segno di solidarietà.

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha subito condannato il fatto, twittando un video sull’episodio.

Daniele Piervincenzi stava intervistando Spada riguardo ai presunti legami della sua famiglia con CasaPound, un movimento politico di estrema destra, che ha inaspettatamente guadagnato il 19 percento dei consensi alle recenti elezioni del municipio di Ostia. Il vice presidente di Casa Pound Simone di Stefano, ha parlato di una indagine pubblica all’interno del movimento, per valutare l’esistenza di legami criminali con gli Spada: «Chiediamo inchieste rapide e pubbliche e che i risultati siano diffusi all’opinione pubblica».

Il Vice presidente di CasaPound Simone Di Stefano (Tiziana Fabi/AFP/Getty Images).

Secondo l’Ansa gli inquirenti stanno verificando se l’aggressione sia avvenuta in un «contesto mafioso». Il 4 ottobre sette membri della famiglia Spada sono stati condannati a un totale di 50 anni di carcere per reati di estorsione nella città di Ostia per i reati di minacce e violenze per affermare la supremazia del clan. Il fratello di Roberto Spada sta scontando 10 anni di prigione per estorsione e associazione mafiosa.
Spada è da giovedì detenuto nel carcere di a Regina Coeli e il suo legale ha fatto ricorso al tribunale del riesame per ottenere la scarcerazione del suo assistito.

 

Top