5 tecniche antirughe naturali e collaudate

Da sempre, l’industria della bellezza investe cifre astronomiche in campagne di marketing per convincere le donne che iniezioni, peeling chimico o creme e sieri da 300 euro distenderanno le loro rughe, restituendo una pelle giovanile. In realtà, però, trattamenti chimici e intensivi possono far peggiorare la situazione.

L’industria della bellezza si concentra quasi esclusivamente sulle parti esterne e superficiali del corpo. Ma la pelle riflette la salute di tutto il corpo, dall’interno verso l’esterno, raccontando una storia di stress cronico, tossine di origine alimentare, prodotti chimici ambientali e di scelte di stili di vita. Non esiste una pozione magica che ripara la pelle da tutto questo.

Ma ci sono alternative naturali per rallentare gli effetti dall’invecchiamento e attenuare le rughe che porta. Di seguito cinque modi naturali per ridurre le rughe che sono risultati efficaci.

1. SMETTERE DI FUMARE

In uno studio del 2010, un team di dermatologi, psicologi e nutrizionisti ha seguito 64 fumatrici italiane. All’inizio dello studio, ogni donna ha ricevuto un punteggio basato sulla condizione della sua pelle. I ricercatori hanno preso in considerazione la presenza di linee, segni vascolari e pigmentanti, elasticità, luminosità e consistenza.
I punteggi iniziali hanno rilevato che in media le fumatrici dimostravano un’età biologica nove anni maggiore della loro età effettiva.

Le donne hanno poi partecipato a un programma per smettere di fumare. Dopo nove mesi senza fumare, sono state rivalutate, rivelando una straordinaria riduzione media di 13 anni della loro età biologica.

2. GEL ALOE VERA

Aloe è un rimedio topico per la pelle, ma uno studio del 2009 ha scoperto che assumere l’aloe per via orale riduce anche le rughe del viso. Nello studio, 30 donne sane di 45 anni hanno assunto il gel di aloe vera come integratore. Un gruppo ha assunto una dose piccola (1200 milligrammi al giorno) e un secondo gruppo ha assunto una dose elevata (3.600 milligrammi al giorno).

I ricercatori hanno misurato i segni dell’invecchiamento cutaneo all’inizio e alla fine dello studio e, dopo soli 90 giorni, hanno scoperto che le rughe del viso sono migliorate in modo significativo in entrambi i gruppi. Ma per il gruppo della dose piccola, è migliorata anche l’elasticità del viso.

Come funziona? I ricercatori hanno scoperto che l’aloe ha aumentato la produzione di collagene che porta a un migliore supporto strutturale della pelle e meno rughe.

Hanno anche scoperto che l’aloe limita l’attività di un gene che causa soprattutto danni al collagene.
Il gel dell’Aloe, che contiene oltre 200 fitonutrienti curativi, si può ricavare dalle foglie: basta assicurarsi di drenare il ‘lattice’ rosso, perché può provocare diarrea.

Si può aggiungere il gel al succo di frutta o al frappè preferito. Quando si acquista il succo di aloe vera, assicurarsi di evitare prodotti con zuccheri o conservanti aggiunti. Deve essere succo di aloe vera almeno per l’85 per cento.

3. ESTRATTO DI GINSENG ROSSO

Il ginseng rosso contiene molti composti bioattivi, inclusi antiossidanti, rafforzanti del sistema immunitario e agenti anti-aging.

In Corea, 82 donne sane oltre i 40 anni hanno partecipato a uno studio in doppio cieco, controllato verso placebo, in cui, giornalmente, hanno ingerito un placebo o 3 grammi di una miscela erbacea contenente estratto di ginseng rosso. I ricercatori hanno misurato le rughe del viso, l’elasticità della pelle, il contenuto dell’acqua, l’eritema (macchie rosse) e la pigmentazione prima e dopo il processo. Inoltre, su campioni di pelle prelevati prima e dopo il trattamento, sono stati misurati anche i marcatori biochimici correlati alle rughe.

Alla fine dei sei mesi, i ricercatori hanno trovato che le rughe del viso sono migliorate in modo significativo nelle donne che hanno assunto l’estratto di ginseng rosso. In aggiunta, sono migliorati anche diversi marcatori biochimici del danno da rughe.

Come funziona? I ricercatori hanno scoperto che il ginseng rosso ha aumentato la sintesi di collagene nel derma. Hanno chiamato il ginseng rosso un efficace ‘cibo di bellezza’.

Il ginseng rosso è una forma di ginseng Panax con la buccia cotto a vapore (è noto anche come ginseng asiatico o coreano), da non confondere con il ginseng americano o siberiano. Si dice che abbia proprietà ‘riscaldanti’ che migliorano la circolazione.

Il ginseng rosso è disponibile in tinture, estratti liquidi, polveri e capsule.

4. ESTRATTO DI CORTECCIA DI PINO

Uno studio del 2012 che coinvolge 112 donne ha trovato l’estratto della corteccia di pino sicuro ed efficace nel migliorare significativamente il colore della pelle e ridurre la pigmentazione da macchie dovute dalla vecchiaia causata da un lieve-moderato photoaging (invecchiamento provocato dalla cronica esposizione alla luce solare).

I ricercatori giapponesi hanno diviso le donne in due gruppi. Un gruppo ha ricevuto ogni giorno 100 milligrammi di estratto di corteccia di pino mentre l’altro gruppo ha ricevuto solo 40 milligrammi. Dopo 12 settimane, entrambi i gruppi hanno registrato una significativa diminuzione dei segni di photoaging.

Nello studio, le donne hanno assunto l’estratto standardizzato di corteccia di pino commercializzato come Pycnogenol®. I ricercatori hanno trovato che il Pycnogenol ha migliorato significativamente l’idratazione e l’elasticità della pelle delle donne. Ha anche aumentato significativamente l’attività di un enzima coinvolto criticamente nella sintesi dell’acido ialuronico. L’acido ialuronico aumenta l’umidità della pelle e minimizza l’aspetto delle rughe.

Il Pycnogenol ha anche influenzato i geni coinvolti nella creazione di collagene nuovo.
I ricercatori ritengono che l’integrazione con Pycnogenol possa aiutare a contrastare i segni clinici dell’invecchiamento cutaneo. I supplementi sono disponibili nei negozi di prodotti alimentari e online.

Ma l’estratto della corteccia di pino non solo aiuta la tua pelle. Gli integratori promuovono la salute del cuore e delle arterie e le funzioni cerebrali, dimostrando anche di prevenire il diabete e l’artrite.

5.  GRASSI ALIMENTARI E VERDURE

L’alimentazione può avere un impatto enorme sulle rughe.

In uno studio giapponese, i ricercatori hanno misurato l’idratazione, la sua elasticità e l’olio sopracutaneo della pelle di 716 donne. Hanno anche rilevato le loro rughe del viso nella zona intorno agli occhi dove di solito si formano le zampe di gallina.

Le donne hanno anche riportato le loro abitudini alimentari abituali; i ricercatori hanno scoperto che quelle che hanno mangiato complessivamente più grassi, grassi saturi e grassi mono-insaturi dimostravano un’elasticità cutanea evidentemente migliore; e quelle che hanno consumato più verdure verdi e gialle avevano significativamente meno rughe.

Però ci sono grassi buoni e grassi cattivi. Quindi bisogna evitare gli oli vegetali, che possono peggiorare lo stato della pelle. Buone fonti dietetiche di grassi includono:

  • carne da bestiame al pascolo e prodotti lattiero-caseari come burro e yogurt
  • salmone selvatico
  • pollame allevato a terra e uova
  • olio di cocco
  • olio di oliva

Le verdure verdi e gialle sono ricche di antiossidanti e beta carotene che promuovono la pelle chiara. Scelte sane includono:

  • cavolo, spinaci, broccoli, chard, baccalà, verdure di senape, cavoli e rucola.
  • Peperoni gialli, zucca invernale, zucchine e pomodori.

Articolo in inglese: 5 Proven Ways to Reduce Wrinkles Naturally



Top