L’Usa Energy Party del 2026


(Spencer Platt/Getty Images)



Gli Stati Uniti potrebbero raggiungere l’indipendenza energetica per la prima volta dal 1953: secondo un rapporto dell’Eia (l’Amministrazione per l’Informazione Energetica), a partire dal 2026, il calo delle importazioni e la crescita delle esportazioni nel settore renderanno gli Stati Uniti un esportatore netto di energia.

Rendere l’America indipendente sotto il profilo energetico è anche un nodo cruciale della politica del presidente Donald Trump, che mira a ridurre l’acquisto di energia, ad aumentare la produzione interna, e a eliminare l’influenza dell’Opec sui prezzi del petrolio negli Stati Uniti.

Per Phil Flyinn, analista di mercato del Price Futures Group, gli Stati Uniti si trovano ora nella posizione migliore per concretizzare tale ambizione: «Sarà d’incentivo perché l’Opec rispetti i tagli di produzione già annunciati, visto che il loro controllo sui prezzi continuerà a scemare nelle prossime decadi».

Il rapporto dell’Eia prevede numerosi scenari possibili a lungo termine per i mercati energetici interni, arrivando fino al 2050. Ciascuno di essi è legato a ipotesi differenti circa la crescita economica, il prezzo del petrolio, i progressi tecnologici e le politiche in materia: «In presenza di una forte produzione interna e di un fabbisogno relativamente costante nel tempo, gli Stati Uniti assumono il ruolo di esportatore netto di energia nella maggioranza delle proiezioni».
In effetti, nonostante la crescita demografica e l’espansione economica, è atteso un incremento del consumo energetico di solo il 5 per cento tra il 2016 e il 2040, secondo i modelli base dell’Eia. Al contrario la produzione nello stesso periodo aumenterà di oltre il 20 per cento.

L’Eia stima che nel 2017 i prezzi del greggio Brent si attesteranno su una media di 52 dollari al barile. Lo scenario di riferimento standard ne fissa il prezzo a 109 dollari al barile per il 2040, mentre le proiezioni sui valori di massimo o minimo calcolano rispettivamente 226 e 43 dollari al barile.

Se il prezzo del petrolio aumenterà drasticamente, entro pochi anni gli Stati Uniti esporteranno più energia di quanta ne importeranno. 

Articolo in inglese: US Could Be Energy Independent by 2026

Traduzione di Alessio Penna





Top