L'importanza di una corretta programmazione della pubblicità


Gli addetti al marketing dovrebbero garantire che i loro messaggi pubblicitari siano trasmessi all'interno di adeguati canali e programmazioni televisive. (Ethan Miller/Getty Images)



L’ambiente del marketing presenta molte insidie da schivare e gli addetti ai lavori devono destreggiarsi svolgendo la loro attività in un ambiente dinamico. Un compito particolarmente cruciale è saper fare giuste valutazioni sulla pubblicità e sull’ambiente in cui viene trasmessa.

Non molto tempo fa i consumatori potevano aspettarsi di vedere uno spot ottimistico, che arrivava al cuore, ma anche spot sarcastici e tristi. Queste pubblicità venivano trasmesse principalmente all’interno delle sitcom, che costituivano il perno della televisione americana di prima serata, dedicata alle famiglie.

Ma i budget per la pubblicità sono troppo preziosi per essere sprecati senza attuare un ritorno d'investimento programmato. Negli ultimi anni in particolar modo, le sitcom sono state sostituite da generi drammatici impegnati, riducendo la quantità di programmazione di qualità che l’intera famiglia poteva guardare. Molti di questi generi drammatici non sono solo impegnati ma tendono a essere molto cupi e, in alcuni casi, inquietanti. Quindi l'ultima epifania ha portato molti addetti alle pubblicità a tornare al punto di partenza per testare e quantificare l’efficacia dei loro spot sul target desiderato.

Ecco alcuni dei metodi migliori per migliorare il ritorno di una pubblicità:

  • Considerare la programmazione di quello che si sta vendendo e assicurarsi che lo spot sia adatto al suddetto ambiente. Programmare i big data può aiutare nel processo.
  • Gli spot ottimistici sono ancora validi. In questo caso è bene valutare i migliori canali per diffondere il messaggio, come Instagram.
  • Gli spot comparativi che attaccano direttamente i concorrenti potrebbero essere ben accettati in una programmazione drammatica. Questo perché molti spettatori si adeguano all’umore del programma che stanno vedendo.

Mentre si continua a sviluppare una strategia di marketing, è buona norma assicurarsi di controllare attivamente l’ambiente, per poi ricontrollarlo. Un marchio (o un'azienda) non può funzionare se il messaggio giusto è mandato in onda nel programma sbagliato.

Allo stesso tempo è giusto assicurarsi che gli esperti che lavorano nei media stiano comunicando con gli esperti creativi nella programmazione dei contenuti, e su quali canali viene programmata la pubblicità trasmessa. ‘Un soldo risparmiato è un soldo guadagnato’, giacché i budget per la pubblicità sono troppo preziosi perché siano sprecati senza attuare un ritorno d'investimento programmato.

Adele Lassere è consulente di marketing e pubblicità con più di vent’anni di esperienza, nonché giornalista freelance. È autrice del libro Elements of Buying (Aspetti del comprare), una guida fai da te sulla pubblicità, disponibile su Amazon. Adele è entrata nella classifica del Black Enterprise come Top Execs in Marketing & Advertising del 2011 e Top Women Executives in Advertising & Marketing del 2013. Adele può essere contattata a questo indirizzo: adelelassere@gmail.com

Articolo in inglese:'The Marketing Corner: Effective Brand Messages'

 





Top