Isis: attaccate gli infedeli con i camion


A novembre la rivista propagandistica Rumiyah spiegava nel dettaglio come condurre attacchi terroristici usando i camion (Screenshot / Epoch Times)



In un articolo di novembre, la rivista di propaganda dello Stato Islamico Rumiyah, forniva consigli dettagliati per organizzare attentati con l’utilizzo dei camion, e secondo Analisidifesa.it, ci sarebbero dei parallelismi con l’attentato a Berlino.

Il veicolo – dicono le istruzioni – dovrebbe essere pesante e alto, ed essere in grado di accelerare rapidamente per superare cordoli e barriere. Gli obiettivi ideali per l’attacco sono aree pedonali e eventi pubblici: «Si tratta di una delle armi più sicure e semplici che possono essere utilizzate contro i kuffar (infedeli)», si legge nell'articolo di Rumiyah.
I terroristi sottolineano espressamente che è possibile dirottare un camion per compiere un attacco.

Gli attentati con le automobili sono stati a lungo una tattica dello 'Stato islamico'. Nel 2010, il gruppo 'Al-Qaeda nella penisola arabica' nella sua rivista Inspire, ha affermato macabramente: «L'idea è quella di utilizzare un pick-up; non per falciare l'erba, ma i nemici di Allah». Per questo, i veicoli devono essere dotati di lame taglienti o lamiere di acciaio spesse, nella parte posteriore.

ATTACCARE LA SOCIETÀ OCCIDENTALE

Nel 2014 il combattente dell'Isis Abu Mohammed al-Adnani ha incitato ad attaccare l'infedele con tutti i mezzi, non solo esplosivi e proiettili: «Rompetegli la testa con una pietra, uccidetelo con un coltello, investitelo con una macchina, buttatelo giù da un luogo elevato, soffocatelo, avvelenatelo». E, secondo quanto sostiene la Testata tedesca Spiegel Online, non lo avrebbe detto solo una volta.

E anche l'edizione tedesca di Epoch Times ha riportato, a ottobre 2016, che lo Stato Islamico ha chiesto l'uccisione dei cittadini di tutti gli Stati che hanno aderito alla coalizione internazionale in guerra contro l'organizzazione terroristica. Quindi i simpatizzanti dello Stato Islamico non devono concentrarsi sulle milizie siriane o irachene, ma attaccare la società occidentale.

Secondo la 'logica' degli integralisti islamici questo tipo attacchi non sono costosi, non richiedono un esplosivo, e possono causare il massimo danno.
I mercatini di Natale, tra l'altro, sono bersagli ideali per gli islamisti, dal momento che tutte le vittime, per il solo fatto di partecipare a un evento collegato a una festa cristiana, sono automaticamente degli infedeli.


Articolo in tedesco: Anleitung des „Islamischen Staat“, veröffentlicht im November 2016, um mit einem LKW Ungläubige zu töten

Traduzione di Vincenzo Cassano





Top