Una copia del Fauno danzante, fotografato nel 2008, collocata al centro dell’impluvium della Causa del Fauno a Pompei. La scultura originale avrebbe dovuto essere collocata ai bordi della piscina. (Porsche997SBS/Wikimedia Commons)


Una copia del Fauno danzante, fotografato nel 2008, collocata al centro dell’impluvium della Causa del Fauno a Pompei. La scultura originale avrebbe dovuto essere collocata ai bordi della piscina.
 (Porsche997SBS/Wikimedia Commons)
La potenza distruttiva dell’eruzione del Vesuvio avvenuta nel 79 d.C. pose fine alla civiltà di Pompei e dei dintorni. Tuttavia, la pioggia di ceneri conservò quasi perfettamente la città che rimase scolpita nel tempo. Per questo motivo è considerato uno dei siti... Leggi...

PARLA L'ARTE

Hai mai ucciso il padre di qualcuno?, 1883, di Francis Montague (Frank) Holl. Olio su tela. (Art Renewal Center)

'Hai mai ucciso qualcuno, padre?': l'arte al tempo della rivoluzione

Nei primi decenni dell’Ottocento, sono scoppiate in Europa delle rivoluzioni ispirate da quelle americane e francesi avvenute prima di loro. Il mondo dei saloni parigini e le esibizioni della Royal Academy sono stati liberalizzati intorno al 1850 e vi è stata una trasformazione del pensiero tra gli artisti del tempo. In Inghilterra vi era la nascita della borghesia che emerse... Leggi...
Un primo piano di un autoritratto di Pietro Annigoni, 1946. Olio su tempera su un pannello con tela e carta giapponese (45x35 cm). (Dominio pubblico/Michael John Angel)

Il metodo di lavoro di Hans Holbein

Hans Holbein il Giovane (1497-1543) è stato il più grande ritrattista della corte di Re Enrico VIII, anche se non il più pagato. Nel 1526 si è trasferito in Inghilterra dalla Germania, la sua terra d'origine e ha lavorato sotto il patronato di Sir Thomas More. More è stato un devoto cattolico, imbarazzato da Holbein che aveva tendenze protestanti, influenzate dalle nuove e pericolose idee... Leggi...
“La Madone aux Roses,” 1903, by William Bouguereau. (Art Renewal Center)

Un confronto tra due Madonne dipinte da William Bouguereau

William Bouguereau (1825-1905) ha dipinto più volte la Madonna con Gesù bambino durante la sua carriera. Ma ci sono due dipinti che stimolano un interessante confronto: La Vergine dei Gigli e La Madonna delle Rose, entrambi tre quarti di lunghezza e con solo due soggetti. La Vergine dei Gigli mostra la Santa Maria Vergine vestita di nero, che distoglie lo sguardo. Osserva con un senso di... Leggi...
Avalokiteshvara – Ratka Lokeshvara (Rosso signore del mondo, Nepal 1800-1899), colore minerale su cotone.

La profondità religiosa nei dipinti Paubha

Questo paubha (pittura di scorrimento nella lingua Newari) datato 1850, è un oggetto di celebrazione e rivela ciò che ha reso unica la scuola Newari di Chitrakar. Dopo uno sguardo iniziale, gli occhi sono attratti dal colore rosso e da una superficie complessa con figure che rappresentano esseri mortali e divinità in una composizione strutturata ed equilibrata lungo tutta la tela. Nei loro... Leggi...
 
Un dipinto della serie ‘Una passeggiata attraverso le strade di Vecchia Delhi’ esibita in una galleria a Bangalore.
  (Concessione dell'artista Sirish Deshpande)

Dipingere la Vecchia Delhi

Vecchia Delhi, una delle città storiche più popolate e antiche dell’India - piena di gente, presidiata da risciò e con i fili elettrici penzolanti - ha ispirato gli artisti a modo suo. Recentemente un artista indiano ha creato una serie di dipinti ispirati allo stile di vita a Vecchia Delhi e ai suoi significati storici; la collezione di dipinti è ora esibita a Bangalore. «Quei fili elettrici... Leggi...
Una selezione di Une vocation [Una vocazione, ndt], 1890, William Adolphe Bouguereau (William Bouguereau) (1825-1905). Olio su tela, 56x 45 cm. (Courtesy of Art Renewal Center)

William Bouguereau: La vocazione come guida del proprio destino

L'espressione negli occhi di questa ragazza sembra un po' troppo intensa. Il suo sguardo comunica il grande sforzo canalizzato nel suo piccolo disegno. Ecco un tipico esempio di un dipinto di William Bouguereau, sembra talmente semplice ma trasmette così tanto. In un primo momento potrebbe sembrare un dipinto rilassante. Ma guardando meglio si scopre un dolore nel volto della bambina che... Leggi...
La statua in marmo di San Eleazaro, circa 1370-73, Francia. Attualmente esposta al Metropolitan Art Museum. (Photo by Meredith Bergmann)

Scultura di San Eleazaro, esempio di espressività nell'arte medievale

Questa piccola scultura di un uomo bello e giovane è un'opera d'arte che visito quasi ogni volta che mi reco al Metropolitan Art Museum (Met) di New York. Adoro il ritmo ovale sottolineato dalla forma a spirale, la dolcezza della sua espressione, il libro aperto che non scivola a terra e l'ampiezza estrema dell'angolo di inclinazione del suo volto. Il corpo, nella cultura medioevale è spesso... Leggi...
A small stoneware jug, unique among Edgefield face jugs, roars its  defiance in the face of slavery. Such art preserved Kongo religious and  spiritual beliefs in a coded form beyond the understanding of white  Southern planters. (Courtesy The Chipstone Foundation)

Arte che grida: brocche afro-caroline con faccia

«Gli occhi e i denti di argilla bianca contrapposti alla superficie scura fanno urlare la più fine arte afro-carolina dei recipienti con faccia, là dove lavori tre volte più grandi semplicemente sussurrano». Robert Farris Thompson non avrebbe potuto esprimerlo meglio. Thompson è il Colonello John Trumbull, professore di Storia dell’arte alla Yale University. Parlava di caraffe dalla faccia di... Leggi...
Un'elegante statua nuda stilizzata, degli albori della civiltà Spedos; le sue braccia sono conserte sotto i suoi seni, la sua testa è esile a forma di lira, con il naso a forma di cuneo e il lungo collo ovale; i dettagli sono incisi con tracce di pigmento rosso e forti segni di radice. Inizi della Seconda Antica Età del Bronzo, 2600-2500 circa a.C., altezza 24,6 centimetri. (Royal-Athena Galleries)

Idoli femminili delle Cicladi, significato e importanza storica

Le Cicladi sono un gruppo di una trentina di piccole isole greche e numerosi isolotti al centro del mar Egeo. La cultura cicladica era attiva in tale zona tra il 3300 e il 2000 a.C.; quel poco che sappiamo di questa società deriva in gran parte dall'arte che ci hanno lasciato. L'abbondanza di marmo bianco di buona qualità sulle isole incoraggiò il suo largo impiego nella realizzazione di... Leggi...
Il Pensatore di Hamangia (D) e la sua compagna, probabilmente realizzati dalla stessa mano. (WikiMedia Commons)

'Il Pensatore' di Hamangia, moderna statua del Neolitico

Quando citiamo Il Pensatore, molti di noi probabilmente penseranno alla meraviglia di Rodin, creata nel 1904; questo potrebbe essere il motivo principale per cui ci viene subito in mente. E se invece sapessimo che queste statue di 'pensatori' hanno una storia di oltre settemila anni? La statua preistorica più famosa che porta questo nome deriva dalla cultura Hamangia. Questa cultura appartiene... Leggi...
Un’immagine frontale di quello che potrebbe essere il ventesimo sgabello del Maestro Buli. (Courtesy of Abel Landrum)

Il Maestro incisore dei Reali del Congo

Gli sgabelli a cariatide dell’Africa occidentale sono manufatti prestigiosi disegnati come "seggio" per l'anima di un nuovo re della tribù di Luba nella regione di Buli, in Congo. Erano sacri, raramente mostrati in pubblico, ed erano attentamente tenuti nascosti nella dimora del re, dove venivano avvolti in un panno e occasionalmente spalmati con olio di palma. Ci sono molte sedie del genere,... Leggi...
Il Piatto da Elemosina di Gelingeham, forse il piatto più antico del suo genere. (Mark Newell)

Storia del Piatto da Elemosina di Gelingeham

I piatti da elemosina sono ciotole di metallo decorative che passavano di mano in mano nelle congregazioni per raccogliere le offerte durante le funzioni religiose. Alcune, molto antiche, sono ancora in uso in diverse chiese d'Europa e molte si possono trovare su eBay e in cataloghi d'asta che risalgono al XVII secolo. Nei primi anni 70 è stato trovato un piatto per l'elemosina di rame,... Leggi...

Le notizie di oggi in breve